genere thriller

Il genere thriller: definizione, caratteristiche e sottogeneri

Il thriller è un genere letterario e cinematografico la cui caratteristica principale è quella di spaventare, creare tensione, ansia, paura nel lettore o nello spettatore . Il nome deriva dal sostantivo inglese thrill, ovvero “far venire i brividi”.

Secondo l’affermato scrittore Dan Brown, la prima caratteristica del thriller è il ritmo della narrazione: questa deve catturare l’attenzione del lettore molto presto e non lasciarla più andare fino alla fine. Tuttavia questo non significa disseminare un sacco di indizi e rispondere alle domande del lettore solo nelle ultime 50 pagine, anzi al contrario, significa fare domande e fornire risposte una alla volta ma a ritmo serrato, coinvolgendo così il lettore negli eventi e non sfidandolo. Questa è una sottile quanto importante differenza con il giallo, in cui il lettore è esso stesso investigatore, in cui prima si raccolgono indizi e prove e solo alla fine si mettono assieme tutti i pezzi.

Storia

Il thriller moderno nasce dal romanzo d’avventura; le tecniche usate per scrivere questi romanzi sono infatti molto simili. Per esempio, entrambi tengono un ritmo incalzante durante l’intera narrazione e puntano tutto sull’azione. Tuttavia, nel genere thriller moderno c’è un intreccio molto più complesso e un tipo di azione più sensazionalistica. Una grande differenza la fa anche l’ambientazione: il romanzo d’avventura solitamente ci porta in luoghi per noi esotici, disabitati, inospitali e la natura gioca un ruolo molto importante nello svolgimento della storia. Nel thriller invece i protagonisti si muovono nel nostro mondo, che fa semplicemente da sfondo.

Caratteristiche

  • In nessun thriller possono mancare suspense e tensione narrativa. Ogni thriller si sviluppa lungo un unico arco narrativo che tenta di rispondere a una sola grande domanda; questa viene a delinearsi a partire da altri piccoli quesiti ed eventi che accadono man mano che proseguiamo con la lettura.
  • Un eroe che deve risolvere un certo mistero oppure che si batte per la propria vita o per quella di qualcun’altro, e un aiutante che potrebbe essere un amico, un maestro o anche un interesse amoroso. Il ruolo dell’aiutante è quello di fornire sia supporto alle indagini che un certo supporto emotivo.
  • Il genere thriller ha anche bisogno di un cattivo, di un personaggio che sfidi l’eroe: questi ha una morale discutibile ma, seppur malvagio, i suoi moventi sono sempre credibili e hanno una certa logica intrinseca.
  • Cliffhanger, plot twist e un grande climax finale: lungo tutto l’arco della narrazione, la tensione deve sempre salire fino alla risoluzione del caso e il ritmo deve essere incalzante. Spesso si lascia il lettore “in sospeso” tra un capitolo e l’altro creando dei cliffhanger: queste sono situazioni pericolose, inaspettate e imprevedibili, come un’esplosione a cui non si sa se il protagonista potrà sopravvivere o il ritorno di un personaggio che si credeva deceduto.

Sottogeneri

Il genere thriller gode di un ampio mercato ed è estremamente apprezzato dai lettori moderni; è certamente anche per questa ragione che nessun altro genere narrativo conta una tale varietà di sottogeneri.

Thriller legale: nel thriller legale il protagonista è un avvocato, giudice o una figura del mondo giudiziario la cui vita, o la vita del cui cliente, di solito innocente, è in grave pericolo. Scrivere questo tipo di finzione richiede una conoscenza del settore decisamente approfondita o molte ricerche per acquisirla.

Thriller medico: Wikipedia lo definisce il sottogenere in cui “giocano un ruolo assai importante il medico legale e gli specialisti della polizia scientifica, che sulla base degli indizi raccolti con l’esame del cadavere e della scena del delitto assicurano alla giustizia il colpevole”.

Thriller psicologico: in questa tipologia di narrazione, il cattivo è affetto da disordini mentali: può essere uno psicopatico o avere disturbi della personalità; nel suo passato si nascondono storie di abusi, un’infanzia infelice o un trauma da abbandono e, proprio perché è importante descrivere bene la personalità dell’antagonista, di solito la storia è raccontata da suo punto di vista.

Thriller fantascientifico: genere del thriller in cui nuove scoperte tecnologiche giocano un ruolo chiave per la storia e la cattura del cattivo.

Thriller politico: in questa tipologia di thriller al centro della trama c’è un qualche tipo di lotta al potere politico: un uomo che vuole scalare il potere e partiti opposti che fanno di tutto per impedirlo. Complotti e corruzione e terrorismo sono i temi più comuni, ma è possibile vasare il romanzo anche su fatti storici o scandali politici realmente accaduti.

Mistery thriller: un mistero da risolvere, una o più vite da salvare e poco tempo per farlo. Quello di ambientare un romanzo in una arco temporale ristretto è un semplice trucco per creare moltissima tensione. Il personaggio principale, sapendo di avere i minuti contati, sarà infatti sotto stress e lo sarà anche il lettore, il quale spera che il personaggio riesca nella sua impresa.

Thriller soprannaturale: un romanzo in cui si mescolano elementi tipici del fantasy e dell’horror come lupi mannari, vampiri o esseri di natura non ben identificata.

Fonti: 

Foto di PublicDomainPictures da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.